Come scegliere una banca per le cellule staminali

Grazie alle continue ricerche e all’evoluzione della tecnologia in campo medico, è sempre più importante scegliere con cura la banca dove depositare le cellule staminali che sono presenti nei cordoni ombelicali dei propri figli. Scegliere un centro di stoccaggio adeguato e accreditato per la conservazione di queste importanti cellule può essere un investimento nella salute delle persone a noi più care.

Quello che in precedenza veniva buttato dopo il parto, ora può essere depositato in una banca cellule staminali per diventare una risorsa importante per combattere alcune malattie mortali. La mancanza conoscenza di questo particolare di molto del personale che lavora negli ospedali, purtroppo non sempre permette alle famiglie di fare la scelta migliore e di conservare queste cellule.

Perché conservare le cellule staminali?

È importante conservare le cellule staminali perché sono di estrema importanza nel trattamento di alcuni gravi malattie del sangue come le leucemie e di alcune tipologie di anemia. Inoltre, recentemente si è scoperto che possono essere utilizzate per trattare alcuni disturbi del sistema autoimmune.

I potenziali utilizzi delle cellule staminali sono sempre in aumento, grazie alle ricerche che si stanno tenendo in tutto il mondo. In un prossimo futuro le cellule staminali potrebbero offrire una valida soluzione per il trattamento di malattie come il diabete di tipo 1, il morbo di Parkinson, la paralisi celebrale e ad alcune patologie che affliggono il cuore. Gli studi indicano che il loro “potere” di diventare cellule specializzate, potrebbero renderle ideali per riparare le articolazioni danneggiate, le valvole cardiache e pure alcuni danni spinali.
Le ricerche sulle cellule staminali stanno raggiungendo dei traguardi immaginabili solo alcuni fa. Per non doversi pentire in un futuro prossimo della decisione di non conservare il sangue presente nel cordone ombelicale, è bene pensare bene alla scelta da fare. Conservando queste cellule si è sicuri di poterle avere a disposizione in futuro, nel caso vostro figlio necessiti di cure per una delle malattie che si possono curare con queste cellule primitive non specializzate.

Le tecnologie utilizzare per conservare le cellule staminali del cordone ombelicale sono ampiamente collaudate. Le tecnologie adottate, permettono agli specialisti di questo settore di riportare le cellule staminale al loro stato antecedente la conservazione anche dopo molti anni. Il valore che queste cellule offre alla qualità della vita di un individuo è enorme, così come le possibilità che si possono scoprire nei prossimi anni grazie alla ricerca.

È importante non negare l’accesso a queste cure ai nostri figli. L’unica possibilità che hanno di beneficiare di queste avanzate cure è solo quello di conservare in banche apposite le cellule staminali presenti nel cordone ombelicale al momento della loro nascita.